Anche ai tavoli vogliamo «ballare con tutti»!

Lettera aperta alla segreteria SLC cgil: al tavolo permanente sullo Spettacolo vogliamo tutti!

Alla cortese attenzione di Emanuela Bizi e Fabrizio Solari,

Scriviamo perché, se la convocazione di un Tavolo Permanente sullo Spettacolo da parte del Ministro Dario Franceschini non può che renderci felici, non possiamo non notare l’assenza tra i convocati al suddetto tavolo di due corposi e rappresentativi movimenti nazionali di lavoratrici e lavoratori che hanno animato le lotte per le rivendicazioni del settore, da marzo ad oggi, e che da mesi chiedono di ottenere questo tavolo.

Speriamo che la loro assenza nella lista dei convocati sia solo una svista o una dimenticanza, comunque molto grave, perché altrimenti si tratterebbe di una volontà di dividere il fronte dei lavoratori e delle lavoratrici dello spettacolo, che in questi mesi di pandemia hanno dimostrato invece una certa capacità di convergere su alcune richieste fondamentali. Questa volontà non potrebbe che fare gioco alle parti datoriali.
Stiamo parlando di Emergenza Continua – Professionisti e professioniste dello Spettacolo e della Cultura (e della loro Associazione Intersindacale Professionisti Spettacolo, RISP) e di Attrici Attori Uniti. Crediamo sia importante che queste due reti di lavoratrici e lavoratori partecipino al tavolo, sia perché gli spetta di diritto in quanto sono state animatrici dei maggiori appuntamenti di piazza e di elaborazione collettiva e questo tavolo è dunque frutto anche della loro lotta, sia perché pensiamo possano dare un importante contributo ai lavori del Tavolo e agli obbiettivi che si prefigge, onde evitare che a formulare le soluzioni per il settore sia sempre qualcuno che non conosce i veri problemi di chi ci lavora. Segnaliamo inoltre che all’interno dei suddetti movimenti sono presenti anche iscritte ed iscritti a SLC CGIL.

Il ruolo che il Sindacato deve avere è anche quello di farsi carico delle richieste delle lavoratrici e lavoratori che intende rappresentare e difendere, e che in questi mesi hanno, oltre che contribuito a un pensiero di cambiamento, espresso il conflitto nelle mobilitazioni di piazza.

Pensiamo dunque che SLC CGIL, in nome dell’unità della lotta dei lavoratori e delle lavoratrici e della buona riuscita di questo Tavolo, debba fare pressione sul Ministro Dario Franceschini affinché accolga la richiesta più che legittima di questi movimenti a partecipare al tavolo che si terrà per la prima volta il 25 novembre 2020.

#RiconquistiamoTutto – Opposizione CGIL in SLC

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: