La sanità deve essere pubblica!

Non è mai stato così chiaro!
#RiconquistiamoTutto SPI Cgil

Volantino in PDF. Si, nulla è stato così  chiaro, con la pandemia causata da COVID-19, sono state messe alla luce tutta una serie di problemi da noi sempre denunciati.

La nostra sanità pubblica, è stata maltrattata negli ultimi decenni e impoverita dai vari governi succedutesi negli ultimi 10 anni, dai bilanci hanno tagliato circa 40 miliardi di euro: decine di migliaia di posti letto tagliati e hanno dimenticato la medicina di territorio. Tutto ciò non è avvenuto a caso, vi è stata una chiara regia per favorire il business della sanità privata che, insieme al regionalismo spinto, risulta oggi un affare per  gli interessi dei privati a svantaggio della sanità pubblica, questa scelte hanno di fatto negato i principi di  quella che era la nostra sanità in grado di curare tutti, dal più povero al più ricco, garantendo ad ogni italiano   un assistenza sanitaria  ottimale e ugualitaria.

Negli anni le storture sono di fatto aumentate, va detto, anche con comportamenti sindacali sbagliati,  il proliferare della sanità integrativa nei contratti di lavoro e nelle contrattazioni di secondo livello, hanno contribuito non poco a sdoganare la sanità privata in sostituzione di quella pubblica spostando di fatto ingenti finanziamenti verso il privato. Privato che non dimentichiamo ha un interesse unico e preciso, quello di fare dei profitti! E questo  va a discapito della salute e della tutela della collettività!

Occorre quindi intraprendere ogni sforzo possibile per cercare di riportare la nostra sanità allo spirito  che già era ben presente nella nostra costituzione, quello di una sanità che  dalla valle d’Aosta alla Sicilia fosse in grado di tutelare al meglio  ogni persona.

Nostro primo obiettivo deve essere  quello di portare le RSA a carico del servizio sanitario nazionale,  con lo scopo  di attivare una maggiore “attenzione” sanitaria di quanto ce ne sia oggi, non  certo per colpa di chi in queste strutture ci lavora, il più delle volte sottopagato e costretto a carichi e orari stressanti. Occorre un riordino in questo settore dove  sussistono difficoltà di accesso,  lunghissimi  tempi di attesa  e costi per molte famiglie proibitivi.

La sanità deve essere tornare ad essere pubblica per garantire salute e prevenzione ad ogni cittadino/a: noi pensionati e pensionate partiamo dalle Residenze Sanitarie Assistenziali denunciando in ogni frangente la necessita di una guida pubblica delle strutture per gli anziani.

Area congressuale RiconquistareTutto dello SPI-Cgil

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: