Federdistribuzione. Un ccnl da respingere!

Oltre ai gravi limiti di metodo che abbiamo evidenziato nei primi commenti a caldo sul nuovo contratto della Dmo/ Federdistribuzione del 14 dicembre, proponiamo alcuni punti di merito che esprimono la nostra contrarietà al CCNL:

– ribadiamo che in tutta la trattativa è mancata la partecipazione dei lavoratori e delle lavoratrici: in 60 mesi di trattativa sono stati fatti pochissimi attivi regionali e nazionali e nessun passaggio chiaro;

⁃ della piattaforma ‘unica e unitaria’ presentata nel 2013 poco o nulla è rimasto nel testo del nuovo CCNL: se già la piattaforma rivendicativa era ‘leggera’, non è riuscito nemmeno l’intento di ricomporre la platea delle lavoratrici e dei lavoratori di settore, ma di fatto si è creati ex novo un ulteriore contratto collettivo del commercio, oltre Confcommercio, Confesercenti e Cooperative;

⁃ su Enti bilaterali, Fondo sanitario integrativo e pensionistico di fatto l’accordo legittima la posizione unilaterale che Federdistribuzione ha tenuto in questi anni, senza affrontare a monte con i lavoratori e le lavoratrici questi temi importanti e il loro impatto anche sulla contrattazione sociale e territoriale e l’indebolimento del sistema sanitario pubblico;

⁃ viene legittimato definitivamente con la dicitura ‘disciplina 2013’ il contratto collettivo separato del 2011 con tutti i suoi punti critici già accolti dal rinnovo del 2015 di Confcommercio (lavoro domenicale, trattamento della carenza di malattia, regime nuovi assunti);

⁃ viene accolto il Jobs Act in più punti, per esempio nel recepire la disciplina delle mansioni e nel ridurre la percentuale di conferma degli apprendisti;

⁃ l’articolo 69 bis introduce anche nelle aziende di Federdistribuzione il ‘contratto a sostegno dell’occupazione’ sperimentato nel rinnovo di Confcommercio: operazione inutile e derogatoria che non serve di sicuro a migliorare la qualità del lavoro nel settore (sotto inquadramento di due livelli fino a 36 mesi!), soprattutto in aggiunta alle tutele crescenti;

⁃ l’obiettivo primario della GDO era quello della massima flessibilità oraria e l’ha raggiunto, così come nei CCNL di Confcommercio e Turismo. Si distrugge l’ultimo baluardo che avevamo come lavoratori, timbrare alla sua ora di inizio e fine turno! Si chiama flessibilità oraria, in realtà è straordinario obbligatorio. Si demanda alla contrattazione obbligatoria di secondo livello (non è previsto il mancato accordo nella dicitura ‘confronto finalizzato all’intesa’!) aprendo un vaso di pandora che si potrebbe portare dietro l’intera organizzazione del lavoro. Rispetto ai proclami del documento congressuale unitario l’obiettivo della riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario è un miraggio!

⁃ lo spostamento del pagamento della 14^ mensilità al 1 luglio e i meccanismi di assorbimento per chi avrebbe altre mensilità supplementari non vanno certo nella direzione del recupero del salario;

⁃ la vigenza dal 1 gennaio al 31 dicembre del 2019 assicurano a Confcommercio, in virtù dell’accordo integrativo del 2017, una dilazione di quel rinnovo e uno spostamento al ribasso dei salari di tutto il settore del commercio, Cooperative comprese;

⁃ sul salario si legittimano le rate unilateralmente erogate da Federdistribuzione, attestandosi su un aumento ridicolo di 85 € mensili (1,41 euro lordi) e abbinando due una tantum che sommate ammontano a 889 euro totali, pari a 14,81 euro lordi al mese per i 5 anni di arretrati, dimenticando ufficialmente l’anno 2014;

⁃ il protocollo di gestione delle crisi aziendali non è altro che l’accettazione di deroghe in peius per le aziende di Federdistribuzione non coperte da accordi sul modello contrattuale.

Come area di opposizione diciamo subito che voteremo no ad una contratto a perdere per i lavoratori. Alcuni aspetti del CCNL modificheranno radicalmente la vita dei lavoratori, in primis la flessibilità oraria che si andrebbe ad aggiungere ad un settore già precarizzato all’estremo.

Votiamo no a questo contratto!

Il sindacato è un altra cosa area di opposizione Filcams

 

Qui il testo: http://uiltucspiemonte.it/contratti.html?download=98:testo-ccnl-federdistribuzione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: