Alla festa della FIOM, i padroni proprio NO!

sindacato è un'altra cosa - Opposizione CGIL - metalmeccanic@

Domenica 18 giugno, alla festa nazionale della FIOM si terrà un dibattito sui due livelli della contrattazione. Oltre a una segretaria nazionale della FIOM e alla segretaria della CGIL di Firenze, parteciperanno il direttore di Federmeccanica, il presidente di Confindustria Firenze e – per non farci mancare niente – anche quello di Confapi.
Una scelta davvero sbagliata quella di invitare i rappresentanti dei padroni alla festa nazionale della FIOM!

Persino la Repubblica ha commentato qualche giorno fa il trio metal, chiosando ironicamente la scelta dei tre segretari generali di FIM FIOM e UILM di partecipare il 23 giugno all’assemblea di Federmeccanica nella quale verrà eletto il nuovo presidente.
Ora persino la festa! Davvero, è proprio una scelta sbagliata. Non perché non si riconosca l‘interlocutore. Anzi, è proprio perché conosciamo e riconosciamo talmente bene Federmeccanica che mai l’avremmo invitata alla nostra festa. Federmeccanica rappresenta i padroni, noi i lavoratori e le lavoratrici. Federmeccanica difende il capitale, noi il lavoro.

Ha senso incontrarsi al tavolo di trattativa, certo, lo facciamo quotidianamente. Uno di fronte all’altro, però, non uno accanto all’altro. Perché i punti di vista sono opposti, radicalmente opposti, avversari. E i padroni non perdono occasione per ricordarcelo. Soprattutto in questi giorni, visto che Augustin Breda, delegato della Electrolux e storico dirigente della nostra organizzazione è stato appena licenziato. E visto che Sasha Colautti, fino a un paio di settimane fa segretario generale della FIOM di Trieste, nel momento in cui decide di rientrare in fabbrica alla Wartsila si sente rispondere che sarà trasferito a Taranto.
Per non parlare del contratto nazionale, dove Federmeccanica ha stravinto. Abbiamo il contratto, certo, ma i lavoratori hanno 1.70 euro di aumento!

Non era davvero il caso di invitare i padroni alla nostra festa. E bene farebbe la FIOM, anche per le vicende dei nostri compagni licenziati e discriminati, a ritirare in tempo l’invito.

sindacato è un’altra cosa – Opposizione CGIL – metalmeccanic@

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: