Piombino. Domani al presidio del Camping CIG

sindacato è un'altra cosa - Opposizione CGIL

Da mesi i lavoratori e le lavoratrici della storica acciaieria di Piombino (oggi Aferpi) sono in lotta per garantire il proprio futuro occupazionale. La nuova proprietà, subentrata nel 2015, infatti, è oramai con evidenza largamente inadempiente rispetto ai programmi sottoscritti con le istituzioni e i sindacati nel 2015. Una lotta che ha una valenza generale, perché si propone di garantire il futuro produttivo del loro territorio, ma anche salute e sicurezza per tutti.

Per questo i lavoratori e le lavoratrici del Coordinamento Art.1 Camping CIG chiedono il rispetto degli accordi sottoscritti, la proroga della legge Marzano, e la continuità produttiva, ma anche l’acciaio “pulito”, gli ammortizzatori sociali per l’indotto, le bonifiche e lo sviluppo diversificato di Piombino. In questa lotta è sempre stata evidente anche la consapevolezza che contro la forza del padronato, contro la sua gestione della crisi, si vince solo quando si è uniti. Per questo il Coordinamento Art.1 Camping CIG ha sempre sottolineato la necessità di far convergere le lotte dei lavoratori e delle lavoratrici, a partire dalle disperse situazioni di crisi ed in primo luogo da quelle delle acciaierie. Da tempo ha quindi proposto di costruire un Coordinamento nazionale di lotta dei lavoratori siderurgici. Nel pieno di una crisi mondiale di sovrapproduzione, caratterizzata dalla globalizzazione e aumento dello sfruttamento, c’è infatti il rischio di una fine imminente della siderurgia di base nel nostro paese. L’UE è il secondo maggiore produttore mondiale di acciaio (oltre 177 milioni di tonnellate l’anno, l’11% della produzione mondiale), con 500 impianti in 23 Stati :in questo quadro sta conducendo una profonda ristrutturazione del settore, che ha come obbiettivo strategico la chiusura degli impianti nei paesi considerati periferici. In questo quadro si pone quindi con urgenza la costruzione di una vertenza nazionale, che unificando tutte le principali realtà in crisi (dall’AST Terni all’Ilva) rivendichi un Piano Siderurgico Nazionale, per il rilancio di un sistema produttivo sostenibile e ambientale.

Per questo, allora, saremo domani a Piombino come OpposizioneCGIL, dove i lavoratori sono in presidio per tutta la settimana, incatenati in piazza Cappelletti (leggi). Non solo perché rivendichiamo gli stessi obbiettivi (occupazione, salario, diritti, salute ed ambiente), ma soprattutto perché condividiamo pienamente la necessità di cambiare passo nell’azione sindacale. E’ fondamentale cioè smetterla di affrontare le crisi industriali stabilimento per stabilimento, di contrastare l’attacco padronale azienda per azienda. E’ necessario invece riunificare le vertenze, unendo i lavoratori e le lavoratrici intorno a piattaforme e rivendicazioni comuni, in grado di includere e ricomporre quel fronte del lavoro che per troppi anni è stato diviso. L’appello ed il percorso lanciato dal Coordinamento Art.1 Camping CIG è quindi per noi un’esperienza concreta ed importante, avvenendo in un settore centrale del sistema produttivo italiano, attraversato da una crisi evidente ed esplosiva (da Genova a Taranto, da Piombino a Terni), che proprio in questi anni è stato gravemente segnato dalla  scomposizione delle lotte e delle vertenze. Questo tentativo di ricomposizione, quindi, può rappresentare un segnale importante di controtendenza, che da tutti deve esser sostenuto e alimentato, in particolare da chi ha a cuore una prospettiva sindacale classista. Siamo qui, cioè, perché condividiamo pienamente questa battaglia, i suoi obbiettivi e soprattutto il percorso avviato dal Coordinamento. E speriamo quindi di portare il nostro contributo al suo successo.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: