Siamo tutti Augustin Breda!

A fianco della RSU dell'Electrolux di Susegana...

Nei giorni scorsi Augustin Breda, storica RSU della Electrolux di Susegana (e anche del CC della FIOM e del Direttivo nazionale della CGIL) è stato sospeso ingiustamente dall’azienda, con accuse pretestuose, proprio alla vigilia del prossimo rinnovo delle stesse RSU. Come hanno scritto i suoi compagni di lavoro sulla pagina FB Skatenati Electrolux,  “i veri motivi della sospensione sono da ricercare sul ruolo sindacale di Breda, sulle denunce fatte all’azienda di un’ organizzazione interna dannosa soprattutto per la salute dei lavoratori, le troppe malattie professionali, i ritmi troppo elevati. La vicinanza delle votazioni per il rinnovo dei delegati di fabbrica in scadenza a luglio non lasciano dubbi. Questa direzione aziendale ha paura dei delegati che parlano, che denunciano, hanno paura anche degli operai che li sostengono”.

Subito in fabbrica è scattata la solidarietà nei confronti di Breda, con uno sciopero molto partecipato (sempre dalla pagina Fb “i lavoratori hanno aderito totalmente allo sciopero di 4 ore di oggi, nessuna linea produttiva ha funzionato, l’adesione supera il 90% degli operai. Anche a Forlì oltre il 60% degli operai ha scioperato”), che ha ottenuto anche l’attenzione della stampa sulla vicenda.

In concomitanza con il nuovo sciopero di oggi (lunedì 12 giugno), moltissimi operai e operaie della Electrolux (più di 250 secondo la Tribuna) hanno partecipato al presidio sotto Unindustria di Treviso, dove si è svolto l’incontro con  l’azienda per la lettera di sospensione inviata al compagno. Breda ha gli elementi per difendersi. La totale fiducia che i suoi compagni e compagne di lavoro ripongono in lui è poi un grande punto di forza, frutto di un modo onesto e coerente di fare sindacato in fabbrica.

Alla fine dell’audizione di oggi, l’azienda si è riservata di verificare le controdeduzioni presentate e darà quindi una risposta entro 6 gg. Breda rimane sospeso e pertanto le mobilitazioni continuano. Domani è già convocata un’assemblea in portineria.

Anche noi come OpposizioneCgil siamo stati al presidio di oggi, per portare a Augustin la nostra solidarietà e il nostro appoggio (qui il servizio del TG3 Veneto, dal minuto 13.58 al 15.50, con la dichiarazione di solidarietà di Eliana Como dell’OpposizioneCGIL in FIOM e del Direttivo nazionale CGIL). Quando una azienda cerca di colpire (peraltro in modo vigliacco e pretestuoso) un delegato radicale e intransigente come lui, mette in discussione la stessa libertà e l’agibilità sindacale. Per questo la minaccia di licenziamento di Breda è un problema di tutti e tutte.

E soprattutto è una lotta di tutti e tutte! Per questo saremo ancora a fianco di Augustin e di tutti i lavoratori e le lavoratrici Electrolux, sino a quando sarà necessario!

Sindacatoaltracosa-OpposizioneCgil

         

   

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: