Siria: un lungo massacro

Libertà per il popolo contro la dittatura, il fondamentalismo e l'imperialismo.

Sono anni che la Siria è in guerra e le sue città bombardate, tanto da parte della coalizione internazionale che del regime dittatoriale di Assad. Da anni qualunque opposizione sociale nel paese, come quella che si è sviluppata nel 2011, è repressa nel sangue e la popolazione civile costretta a vivere nel terrore.
I recenti massacri con le armi chimiche da una parte e con i bombardamenti americani dall’altra sono solo gli ultimi drammatici episodi di questa catastrofe, alimentata dalla ferocia predatoria di tutte le grandi potenze imperialiste e la disumanità del regime sanguinario di Assad.
Si sta giocando con la vita e la morte di intere popolazioni, spesso costrette a migrare in una Europa sempre più arroccata nei suoi confini e nei suoi muri. Una Europa che pressoché ovunque utilizza il terrore come pretesto per politiche securitarie e di ordine pubblico ispirate alla repressione di ogni dissenso sociale (come il vergognoso decreto Minniti in Italia).
Tutto questo è gravissimo ed è necessario che tutto il mondo del lavoro in Italia ne prenda coscienza e si schieri, su basi internazionaliste, contro la guerra, contro il terrorismo e contro le frontiere e per la libera circolazione di donne e uomini, affinché si mettano in discussione le politiche sull’immigrazione che costringono tutti coloro che sono costretti a fuggire da guerre e povertà ad esodi drammatici ed inaccettabili.

sindacatoaltracosa – opposizione CGIL

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: