IBM. Siamo stati gli unici contro i licenziamenti.

Renato Pomari, RSU FIOM IBM Segrate

Giovedì 2 febbraio FIM FIOM UILM e USB e maggioranza del coordinamento nazionale RSU IBM hanno firmato un’ipotesi d’accordo con IBM.

Solo l’area “il sindacato è un’altra cosa- Opposizione CGIL “ha votato contro.

Il 6 dicembre l’IBM aveva aperto una procedura di licenziamento collettivo per 184 impiegati e quadri . Nell’ambito dei 184 esuberi vi erano 18 dipendenti prevalentemente del Meridione che o accettavano il trasferimento al Nord o venivano licenziati.

IBM annunciava anche il suo piano d’incentivi per trovare 184 volontari. Se si fosse raggiunto quel numero di volontari l’azienda avrebbe ritirato i licenziamenti coatti.

Questo è uno schema ormai collaudato da anni in IBM.

Solo che questa volta FIM FIOM UILM e USB hanno aggiunto due spontanei punti:

1) la piena disponibilita’ a collaborare nella ricerca dei volontari;

2) il congelamento di ogni iniziativa non solo di sciopero ma per sino di divulgazione degli esuberi.

Nell’ incontro di giovedì 2 febbraio l’azienda comunica che il numero raggiunto è di 151 volontari. Le adesioni quindi non sono sufficienti e che al 23 febbraio, se non si fosse raggiunto il numero di 184 volontari, l’azienda avrebbe proceduto ai licenziamenti per colmare il numero residuo.

Inoltre IBM comunica che a partire dal 3 febbraio avrebbe inviato le 18 lettere di trasferimento.

LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI SI DICHIARANO DISPONIBILI A TRATTARE!!!!!

A questo punto IBM esige l’obbligatorietà al licenziamento per altre 21 persone a cui mancano 3 anni o meno alla pensione. Queste 21 persone a loro insaputa vengono volontarizzate e adeguatamente indennizzate.

Miracolosamente i volontari salgono a 172 e l’azienda ritira i licenziamenti.

L’azienda concede solo una sospensiva ai licenziamenti collettivi ed individuali economici fino al 31 dicembre.
Dichiara invece che si sentirà libera di disporre di cessioni di ramo e trasferimenti collettivi già nel corso del 2017.

FIM FIOM UILM USB , dopo aver ottenuto un incremento degli incentivi , firmano senza fiatare.

Nessuno sciopero , cedimento  al ricatto aziendale, via libera a cessioni di ramo e trasferimenti collettivi nel 2017, esuberi a raffica dal 2018 in poi.

Questo è l’accordo IBM !!!!!

Solo l’area “il sindacato è un’altra cosa- opposizione CGIL” si è opposta!!!

Renato Pomari,
RSU FIOM IBM Segrate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: