La proposta di Federmeccanica va respinta. Riprendiamo le lotte!

ccnl metalmeccanici - volantino

Scarica il volantino.

La “nuova” proposta avanzata da Federmeccanica non è molto diversa dalla prima. Come la precedente, non garantisce gli aumenti salariali per tutti. Infatti gli aumenti saranno assorbiti dalle parti fisse della retribuzione (contrattazione di secondo livello fissa e scatti di anzianità). Se anche questo meccanismo non fosse retroattivo, sarebbe comunque inaccettabile, perchè spingerebbe a contrattare solo premi variabili in azienda e creerebbe una frattura tra i vecchi assunti (che avranno gli aumenti) e i nuovi (che non li avranno).

La proposta prevede aumenti sull’indice IPCA (inflazione senza i costi energetici), una tra le ragioni per cui la FIOM non firmò i precedenti accordi separati. Gli aumenti salariali sarebbero calcolati sull’inflazione reale che in questi anni di deflazione è stata sempre inferiore a quella programmata. Per giunta gli aumenti sarebbero erogati a consuntivo, cioè 18 mesi dopo! Di fatto si creerebbe un meccanismo di scala mobile al contrario per cui da un lato è certa la perdita del potere di acquisto dei lavoratori, dall’altro si permetterebbe alle imprese di recuperare quei 73 euro che rivendicano di aver elargito in più rispetto a quanto pattuito nello scorso ccnl del 2012 che la Fiom anche per questo non aveva sottoscritto.

L’inflazione non sarebbe nemmeno riconosciuta sempre al 100%, ma via via diminuirebbe progressivamente (100% per il 2016, 75% per il 2017, 50% per il 2018). Significa che:
– nel 2016 non ci sarebbero aumenti;
– nel 2017, visto che l’IPCA del 2016 è 0,5% sarebbero 9 euro al 5° livello;
– nel 2017 e 2018 non si può dire quale sarà l’inflazione, ma comunque quella programmata a oggi è 1% nel 2017 e 1,2% nel 2018, con il rischio che quella reale sia molto più bassa.
Quindi anche qualora si superasse la riduzione progressiva e l’IPCA fosse calcolato per tutti gli anni al 100% si avrebbe comunque un aumento di non più di 50 euro in tre anni e mezzo!
Una cifra irrisoria e per di più ampiamente al di sotto di tutti i contratti firmati da altre categorie. A questo si aggiunga che la richiesta di avere d’ora in poi solo contratti aziendali che prevedano premi esclusivamente variabili, è un colpo al cuore della contrattazione che soprattutto la Fiom ha portato avanti in questi decenni e un ennesimo danno economico nei confronti dei lavoratori e delle lavoratrici.

Su tutti gli altri temi non vi è alcuna modifica nemmeno formale. A partire dal principio di voler sostituire gli aumenti salariali con i buoni carrello e la sanità integrativa, cioè un pagamento in natura che creerebbe un danno contributivo enorme per i lavoratori oltre che un vincolo di fidelizzazione malsano del lavoratore all’impresa. Anche la richiesta di superamento delle 150 ore resta invariata e delle 24 ore concesse per la formazione, 8 sarebbero prese dai PAR (permessi retribuiti). Invariati anche i temi che portarono la Fiom a non firmare il ccnl del 2012 (aumento di straordinario obbligatorio e flessibilità, deroghe al ccnl, malattia).

Di fatto questa proposta non solo annulla il ruolo del contratto nazionale, ma anche il contratto aziendale diviene uno strumento totalmente subordinato alle esigenze delle aziende, scaricando il rischio di impresa sulle spalle dei lavoratori e delle lavoratrici.

Per tutte queste ragioni bisognerebbe riprendere la mobilitazione anche incrociandola con quella per il No al referendum costituzionale e contro l’accordo confederale appena firmato sulle pensioni. E se nel prossimo incontro del 12 ottobre, Federemeccanica non abbandonasse la sua proposta, bisognerebbe proclamare immediatamente lo sciopero generale nazionale della categoria. Con Fim e Uilm se possibile. Soltanto la Fiom in caso contrario.

sindacatoaltracosa in Fiom

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: