Viareggio. Processo ai 33 imputati e alle 9 società

Oggi, 20 settembre, dopo 6 giorni di requisitoria, i Pubblici ministeri hanno emesso le richieste di condanna e di assoluzione.
Alcune richieste sono “interessanti”, altre sono deboli. Ma non è questo l’aspetto principale. Il fatto è che la magistratura requirente (quella che formula le richieste al giudice) e il Gup (Giudice dell’udienza preliminare che già li ha rinviati a giudizio), ritengono questi “signori” responsabili della strage ferroviaria di Viareggio. Qualche avvocato degli imputati non vuol sentire la parola “strage”. Glielo ripeteremo fino alla conclusione di questo lunghissimo processo. Un processo difficile e complicato perché sul banco degli imputati siedono poteri forti, semplice e palese per le gravi responsabilità acclarate.
Per il comune sentire è stata una strage. Perché il 29 giugno 2009 a Viareggio vi è stato un incidente ferroviario, trasformatosi nel disastro ferroviario che ha provocato 32 Vittime. Dovremmo occultare l’amara realtà di una strage annunciata?!
La sentenza è prevista per la metà novembre. Singolare è il fatto che Riccardo Antonini per essersi schierato incondizionatamente a fianco dei familiari sia stato licenziato e “particolari” giudici hanno confermato il licenziamento per aver violato l’“obbligo di fedeltà”. Fedeltà a chi? A coloro (Moretti, Elia …) che, a detta di magistrati, hanno pesanti e gravi responsabilità? Questi imputati, in questi anni, sono stati promossi e premiati. Sconcertante è il fatto che il cav. Moretti proprio oggi, nelle ore in cui veniva richiesta la sua condanna, veniva premiato per l’operato in Finmeccanica.
Anche il Comune di Carrara ha approvato il documento presentato dall’Associazione dei familiari il 9 giugno scorso ai comuni della Versilia che a sua volta lo hanno approvato. Unica eccezione negativa il comune di Viareggio che in 38 giorni non ha avuto il coraggio, la responsabilità ed il rispetto di sottoscriverlo. Voci attendibili interne a quella maggioranza hanno riferito che uno dei punti fortemente controversi era la richiesta di reintegrazione in ferrovia di Riccardo.
Oggi in aula, nel giorno processualmente più importante, ovviamente dopo quello della sentenza di 1° grado, oltre ai familiari e ai membri di Assemblea 29 giugno, erano presenti un rappresentante della provincia di Lucca ed il sindaco di Camaiore.

Seguono le richieste del Pubblico ministero
Mauro Moretti 16 anni
Michele Mario Elia 15 anni
Margarita Giulio 13 anni
Galloni Gilberto 12 anni
Kogelheide Rainer e Mansbart Johannes 10 anni
Andronico-Castaldo-Costa-Di Marco-Favo-Fumi-Koennecke-Linowsky-Marzilli 9 anni
Gobbi Frattini – 8 anni e mezzo
Lehmann – Mayer 8 anni e 3 mesi
Maestrini-Pizzadini-Soprano 8 anni
Schroter – 7 anni e mezzo
Vighini 7 anni
Kriebel 6 anni e 8 mesi
Farneti 6 anni e mezzo
Pezzati 5 anni e mezzo
Di Venuta-Testa 5 anni
BARTH-CARLSSON-PACCHIONI-ROSSI assoluzione
Sanzione Amministrativa di 1 milione di Euro a FS-RFI-TRENITALIA-FS LOGISTICA-GATX RAIL AUSTRIA-JUGHENTHAL-GATX GERMANIA
Esclusa CIMA RIPARAZIONI e GATX RAIL EUROPE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: