Solidarietà con gli insegnanti e gli studenti messicani

Comunicato sindacatoaltracosa FLC

Domenica 19 giugno si è consumata in Messico a Oaxaca l’ennesima strage di governo.

5 insegnanti sono stati uccisi a colpi di arma da fuoco dall’esercito messicano durante l’imponente manifestazione di protesta contro la “riforma” dell’educazione imposta dal governo di Peña Nieto,organizzata tra gli altri dal principale sindacato degli insegnanti messicano Cnte.

In questi lunghi mesi di mobilitazione oltre 4mila insegnanti sono stati licenziati, centinaia arrestati, inclusi molti attivisti del sindacato Cnte.

Nonostante ciò l’opposizione a questa ennesima controriforma ha visto crescere il consenso alla mobilitazione, per questo motivo il governo ha deciso di inasprire ulteriormente la repressione con maggiore violenza.

Una lunga scia di sangue sta sporcando da anni le strade del Messico, è il sangue dei giovani e dei lavoratori messicani di cui il nostro governo e i mass media si guardano bene dal denunciare. Per la nostra stampa e TV il Messico fa notizia solo quando si parla di narcotrafficanti, ma quando la gente che lavora o studia si mobilità per avere una società migliore, cala il silenzio e la censura.

Questo non è che l’ultimo di una lunga serie di tragedie represse nel sangue, come l’assassinio di 43 studenti nel 2014 colpevoli di essere tra i promotori delle mobilitazioni studentesche a Ayotzinapa, o il ferimento e l’arresto di altre centinaia di sudenti lo scorso 24 febbraio sempre contro la riforma del governo ad Acapulco.

Il sangue di studenti, lavoratori, genitori e insegnanti che da anni si oppongono alle controriforme in tutti i settori sociali del paese e che ha visto non solo nella scuola crescere l’opposizione nel paese con coraggio e determinazione è il motivo per cui sempre di più il governo usa la violenza per reprimere il popolo in nome della difesa dei privilegi di pochi.

L’OpposizioneCGIL in FLC condanna tale violenza, esprime tutta la propria solidarietà al sindacato Cnte, ai lavoratori, agli studenti e alle famiglie degli insegnanti uccisi, impegnandosi a promuovere quante iniziative possibili per far conoscere e denunciare l’importante lotta dei lavoratori messicani e la violenza a cui sono sottoposti.

Il sindacato è un’altra cosa – OpposizioneCGIL in FLC

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: