Piaggio. L’autoritarismo che licenzia per facebook

comunicato delegat@ Fiom Piaggio

La Piaggio licenzia due operaie per uno sfogo (innocuo) contro la gerarchia aziendale, postato su facebook, con la motivazione ipocrita che è venuto in questo modo meno il rapporto di fiducia tra azienda e lavoratore.

L’attacco alle garanzie e ai limiti previsti fino a ieri dallo statuto dei lavoratori (divieto di telecamere sul posto di lavoro, divieto di controllo sull’utilizzo anche dei computer aziendali) si è spinto fino a autorizzare lo spionaggio di opinioni espresse anche in ambiti ristretti, fino a colpire i lavoratori anche per uno sfogo contro le pressioni, l’oppressione e la mancanza di riguardi che le gerarchie aziendali dimostrano in fabbrica nei loro confronti.

Questi licenziamenti sono inaccettabili e pericolosi per tutti i lavoratori. Dimostrano una concezione poliziesca e borbonica dei rapporti di lavoro. I lavoratori vendono la loro forza lavoro in cambio del salario, non vendono altro e possono essere valutati solo su come eseguono il loro lavoro.

Delegati RSU FIOM Piaggio

Leggi anche articolo su infoaut.org

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: