Viareggio: 80a udienza. Possiamo dire la nostra?

Comunicato di Marco Piagentini, associazione familiari delle vittime della strage di Viareggio

Pubblichiamo questo comunicato di Marco Piagentini sulla strage di Viareggio, ricordando che Marco è da alcuni mesi il presidente dell’Associazione per avvicendamento con chi lo ha preceduto in questi anni, Daniela Rombi.Marco ha perso, bruciati vivi, due bambini, Luca e Lorenzo, di 2 e 4 anni, e la moglie Stefania di 39 anni.Marco è un grande ustionato al 90% del corpo e tale rimarrà per tutta la vita.
E’ l’uomo al quale al Congresso nazionale Cgil di Rimini fu impedito di entrare e rimase per ore sotto il solo ad aspettare … ovviamente riparato dal suo immancabile ombrello.
Ci sembrava giusto ricordarlo.

Comunicato

Ieri, 24 febbraio, abbiamo assistito all’ennesima “udienza-vergogna”
per quanto riguarda consulenti e testimoni degli imputati. E’ stato
detto, ancora e con forza, che i nostri familiari li hanno uccisi e a
noi non rimane che aggiungere: … consapevolmente!

Come ripetiamo da 6 anni e mezzo, non c’era niente da inventarsi per
rendere sicuro quel treno-bomba: bastava applicare lo studio fatto da
ferrovie nel 2005, dotando i treni di sensori antisvio; bastava
controllare ciò che proveniva dall’estero; bastava pensare alla
SICUREZZA e non al profitto ed al mercato. MORETTI fece la sua
“riflessione” e SCELSE!

Il cavalier Moretti ha licenziato il ferroviere Riccardo Antonini,
perché la mattina del 1° luglio 2009, a poche ore dalla strage
ferroviaria, rilasciò una dichiarazione alla stampa sulla presenza di
Moretti a Viareggio il 30 giugno 2009. Alle ore 13.15 di fronte alla
sala montata spezzata si rivolse ad un suo attendente con queste
parole: “D’ora in avanti dobbiamo controllare tutto ciò che viene
dall’estero!” E questo sarebbe il “conflitto d’interessi” per cui è
stato licenziato Riccardo?!

Niente vale più della vita umana, NIENTE!!! Giudice dott. Nannipieri
(che ha confermato questo licenziamento) legga i quotidiani locali di
oggi e rifletta … per non sbagliare mai più.

E la prof.ssa sig.Torchia? (Solo per citarne una). Che possiamo dire?
Ferrovie ‘amano’ contornarsi di “IMPUTATI”, consulenti, testimoni …
e li premiano … li promuovono … tutto a norma … tutto sempre regolare
nel “SISTEMA FERROVIARIO”!

“Consapevolmente”, l’Associazione dei familiari “Il Mondo Che Vorrei”
onlus con tanto dolore attende la verità, la giustizia e la sicurezza
in quell’aula di Tribunale; non accetta e respinge al mittente i
racconti inauditi ed offensivi per ogni essere UMANO che ogni
mercoledì il nostro udito e la nostra dignità sono costretti a subire
per difendere i nostri bambini, le nostre ragazze, i nostri figli, i
nostri familiari, ma mai e poi MAI accetteremo la prescrizione su
questa immane tragedia.

NO alla PRESCRIZIONE per Viareggio e tutte le altre stragi!

IL NOSTRO DOLORE MAI CADRA’ IN PRESCRIZIONE!

Per l’associazione

Il presidente

Marco Piagentini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: