Renzi a Lodi, ma non è vero che le assunzioni dipendono dal Jobs act

articolo di Carlo Carelli, ripreso dalla stampa locale

Caro direttore, vorrei che la nostra opinione avesse la stessa visibilità della visita che il presidente Renzi farà all’ICR oggi. Questo perché non è proprio vero che i 182 lavoratori vengono assunti per merito del Jobs act. Vengono in realtà assunti dopo un percorso nato dall’accordo del 2011, siglato tra sindacati e azienda, che in un primo tempo portava i lavoratori da soci di cooperative a somministratati (internali) e poi verso un percorso di stabilizzazione… e cosa c’entra il Jobs act in tutto questo?

Certo può servire all’azienda per risparmiare 8.000x3x182=43.680.000€. Questo a danno delle tasse, che continuano ad aumentare anche con il governo Renzi, e del lavoro che si fa sempre più precario. Certo “piutost che nient l’è mei piutost” si dice da noi – ma non è sempre vero anche perché poi si affronta nella realtà e si fatica ad arrivare a fine mese.

Per la noi della Filctem-Cgil di Lodi in quelle realtà aziendali che fanno profitti bisognerebbe chiedere qualcosa in più; In quelle che continuano a farne e poi lasciano il territorio cosa gli diciamo? cosa aspetta il governo a porre delle condizioni, atti concreti, esistenti in altri paesi – tipo: tasse pesanti per chi chiude e fa profitti, bonifiche del territorio, risarcimenti ai lavoratori, più contributi al territorio, ecc.

Poi abituiamoci a dare il loro nome alle cose – di tutele crescenti non abbiamo traccia, non esistono tutele progressive, e dopo i tre anni ho il timore e vedo il rischio di affrontare, senza le “vecchie”, situazioni complicate senza tutele e garanzie. Gli ammortizzatori sociali sono ai minimi storici, la Naspi nel prossimo anno si mangerà quasi tutte le altre forme di ammortizzatori e io mi chiedo come potremo discutere le crisi aziendali in futuro? Le pensioni sono un problema enorme da un lato la riforma Fornero, gli esodati, un problema ancora aperto, ancora da risolvere, e dall’altro un futuro per i giovani con pensioni al 40% dei loro ultimi redditi e a 70 anni. Insomma ci sarebbero molti temi da affrontare… il Governo Renzi può fare un decreto anche su questi temi? Visto che quando serve i soldi ci sono, come quelli per salvare le banche.

Queste sono alcune delle domande che vorrei fare al presidente del consiglio Renzi, non venga a fare campagna elettorale, venga a darci soluzioni concrete e non a sfruttare politicamente una vicenda che non centra niente con le sue scelte.

Carlo Carelli portavoce il sindacato è un’altra cosa in Filctem-Cgil di Lodi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: