Una piazza a Franco Nisticò

Il 10 novembre scorso si è finalmente chiuso il processo per far luce sulle circostanze della morte di Franco Nisticò, avvenuta il 19 dicembre del 2009 durante una manifestazione No Ponte a Villa San Giovanni. Una morte che, come si legge tra le righe della sentenza, si sarebbe potuta evitare. Una morte, e soprattutto una vita, che non vogliamo dimenticare. Per questo, insieme a tutti quelli che lo riteranno opportuno, consegneremo al Sindaco di Villa San Giovanni una richiesta di intitolazione a Franco Nisticò della piazza teatro di quei tristi avvenimenti, in occasione del sesto anniversario della morte.

Al Sindaco di Villa San Giovanni

Oggetto: richiesta di intitolazione della Piazza antistante la Chiesa di Cannitello a Franco Nisticò.

Egregio Signor Sindaco,

siamo realtà associative e singoli cittadini che abbiamo sostenuto e partecipato alla manifestazione nazionale contro la prima pietra del Ponte sullo Stretto, che si tenne a Villa San Giovanni il 19 dicembre del 2009. Quel giorno, nella Piazza di Cannitello, Franco Nisticò si accasciava sul palco a causa di un arresto cardiaco, dopo un appassionato intervento che aveva appena concluso,.

Fu subito il caos, anche e soprattutto a causa del mancato intervento dell’ambulanza del 118, richiesta d’urgenza. Cessava così di battere, purtroppo, il cuore dell’indomito guerriero della fascia ionica, fiero oppositore della realizzazione del Ponte sullo Stretto perché convinto che le priorità per i siciliani e i calabresi fossero ben altre: messa in sicurezza delle strade, in particolare la S.S. 106, sviluppo e potenziamento della ferrovia ionica, lotta alla disoccupazione, alla malasanità e all’inquinamento.

Come un leone si era sempre battuto per migliorare le condizioni di vita delle popolazioni della Calabria e soprattutto del Basso Jonio catanzarese, dimenticate dalle Istituzioni e per farlo, non aveva esitato – e lo testimoniano i tantissimi articoli dei giornali e i numerosi servizi delle televisioni locali – a criticare i potenti di turno, anche se dello stesso schieramento politico.

Nato e cresciuto a Badolato, da giovanissimo Franco Nisticò aderì alla Federazione Giovanile Comunista Italiana, divenendone in seguito segretario, così come in seguito ricoprì il ruolo di segretario della sezione del PCI “Palmiro Togliatti” e quella di responsabile di zona. Fu Sindaco di Badolato dal 14 maggio 1976 al 5 marzo 1977, quando si dimise polemizzando contro il sistema clientelare democristiano che aveva costretto ottantamila onesti giovani calabresi a emigrare in altre regioni per cercare un posto di lavoro. Fu tra i fondatori del movimento civico badolatese “Cinque Stelle” che alla guida del Comune gestì l’emergenza profughi del 1997, mettendo in atto il primo progetto pilota in Italia di ospitalità ai migranti e dando accoglienza a centinaia di Kurdi arrivati sulla costa ionica con la nave Ararat.

Per noi era il presidente del comitato a difesa della fascia ionica, ma soprattutto fu paladino dei diritti della gente comune, propugnatore di battaglie per l’emancipazione, lo sviluppo e la giustizia contrastando con forza le scelte scellerate del sistema.

Il 10 novembre scorso, al termine di una lunga battaglia processuale, il Tribunale di Reggio Calabria ha condannato il medico del 118 riconoscendolo colpevole dei reati di omicidio colposo e di rifiuto di atti d’ufficio: questi si rifiutò di intervenire nonostante la sua ambulanza, l’unica nei pressi dotata di defibrillatore, sarebbe potuta intervenire in pochissimi minuti, poiché stazionata nei pressi della stazione ferroviaria di Villa San Giovanni, e apportare così il giusto ed adeguato soccorso richiesto. È questo per noi il riconoscimento che Franco si sarebbe potuto salvare, se i soccorsi fossero arrivati in tempo. Ma una militarizzazione insensata della cittadina villese, insieme alla mancanza di presidi sanitari e la follia di un medico “negligente” hanno prodotto quella tragedia ancora viva nei nostri occhi.

Sappiamo bene che le Sue posizioni sul Ponte divergono dalle nostre, e non è un tributo al movimento No Ponte quello che Le chiediamo: noi Le scriviamo perché riteniamo che quella giornata non possa cadere nel dimenticatoio, così come non si possa dimenticare la morte di un uomo innamorato della Calabria, morto a Cannitello per difendere la sua terra.

Così Le chiediamo ufficialmente che la Piazza della Chiesa di Cannitello venga intitolata a Franco Nisticò, in modo che le sue ultime parole, un appello accorato all’unità dei calabresi tutti per ridare una speranza a questa martoriata terra, rimangano impresse nella memoria di tutti.

Siamo a conoscenza che le normative sulla toponomastica vietino intitolazioni a persone che non siano decedute da almeno dieci anni, ma siamo certi che non solo vorrà accogliere questa nostra richiesta ma che si farà anche tramite con il Prefetto affinché si deroghi a questo limite, secondo quanto stabilito della stessa normativa vigente, per dare il giusto tributo a un fiero difensore di questa terra.

 

Adesioni collettive:
c.s.o.a. Angelina Cartella – Reggio Calabria; c.s.c. Nuvola Rossa – Villa San Giovanni (RC); Collettivo UniRC – Reggio Calabria; EquoSud – Reggio Calabria; La Piazza lab. socio-culturale – Cleto (CS); Associazione culturale “Il filo di Sophia” – Cosenza; Collettivo Autogestito CASAROSSA40 – Lamezia Terme (CZ); c.p.o.a. Rialzo – Cosenza; Associazione Yairaiha Onlus – Cosenza; Associazione ”Amici di Danilo” – Badolato (CZ); Prendo Casa Cosenza; Controverso – UniCal; Associazione “Macondo” – Amaroni (CZ); Le nuvole – Badolato (CZ); Ass. Basta Vittime Sulla Strada Statale 106; Associazione “U Varrile” Onlus – Calopezzati (CS); Associazione 25 Aprile – Marco De Simone – Rossano (CS); Collettivo Autonomo Altra Lamezia – Lamezia Terme (CZ); Collettivo Ri-Scossa Studentesca – Lamezia Terme (CZ); Arci Crotone; Movimento Terra Aria Acqua e Libertà – Crotone; Rete della Conoscenza; Unione degli Studenti; Link – Coordinamento Universitario; Comitato Ambientale Presilano – Rovito (CS); Comitato Lametino Acqua Pubblica – Lamezia Terme (CZ); Comitato No Discarica Pianopoli – Lamezia Terme (CZ); Comitato No Eolico Reventino – Platania (CZ); Soverato Web – Soverato (CZ); Têtes de Bois – Roma; Altra Calabria; Ciufer – Calabria; Cgil Catanzaro; Partito della Rifondazione Comunista – Calabria; Insegnanti calabresi – PSP Partigiani della Scuola Pubblica – Lamezia Terme (CZ); Comitato no alla centrale a biomassa di Sorbo San Basile – Catanzaro; Associazione culturale Cotroneinforma – Cotronei (KR); Coordinamento calabrese Acqua Pubblica “Bruno Arcuri”

Adesioni individuali:
Guerino Nisticò – Badolato (CZ); Tiziana Barillà – Reggio Calabria; Luciana Bova – Reggio Calabria; Francesco “Kento” Carlo – Reggio Calabria; Marcella MP Praticò – Reggio Calabria; Immacolata Lentini – Badolato (CZ); Francesco Campolongo – Cosenza; Ivan Arella – Cleto (CS); Gianmario Foti – Lamezia Terme (CZ); Fabio Ingrosso – Roma; Francesco Iannuzzi – Cosenza; Sostene Lentini – Badolato (CZ); Claudio Riccio – Bari; Claudio Metallo – Campora S.G. (CS); Francesco Benincasa – Barcellona (Spagna); Francesco Leto – Badolato (CZ); Elma Battaglia – Cosenza; Angela Scicchitano – Cosenza; Michele Alessio – San Giovanni in Fiore (CS); Sandro Ruotolo – Roma; Santino Cundari – Bagnara Cal. (RC); Sergio Mazza – Migliuso (CZ); Sandra Berardi – Cosenza; Mimmo Adriani – Cosenza; Ivan Adriani – Cosenza; Niccole’ Bressi – Lombardia; Alessia Stelitano – Reggio Calabria; Monica Monteleone – Amaroni (CZ); Manuela Rovito – Faenza (RA); Ludovica Ioppolo – Sicilia; Maria Vittoria Samà – Badolato (CZ); Silvio Distilo – Messina; Gianluca Graciolini – Umbria; Stefano Vento – Martirano Lombardo (CZ); Rosanna Agresta – Gasperina (CZ); Nadia Falbo; Francesco Mazzotta – Soverato (CZ); Sergio Carmelo – Dasà (VV); Bufalo Rosalba – Acquaro (VV); Raffaele “Lelin” Sergio – Dasà (VV); Pierpaolo Ermocida – Badolato (CZ); Fabio Pugliese – Calopezzati (CS); Maria Teresa Rovito – Bologna; Maria Vittoria Nisticò – Badolato (CZ); Patrizia Riso – Reggio Calabria; Roberto Curcio – Lamezia Terme (CZ); Francesco Noto – Rovito (CS); Fabio Bernardi – Roccabernarda (KR); Pino Gaudio – Mendicino (CS); Mauro Lentini – Badolato (CZ); Caterina Puccio – Tiriolo (CZ); Luigi Vitale – Guardavalle (CZ): Bruno Criniti – Castenaso (BO); Angelica Garcia – Castenaso (BO); Marco Criniti – Lombardia; Andrea Criniti – Badolato (CZ); Francesco Saccomanno – Cosenza; Francesco Lattari – Soverato (CZ); Flavia Randazzo – Badolato (CZ); Francesco Criniti – Badolato (CZ); Giuseppe Intrieri – Cosenza; Oreste Pezzi – Cosenza; Teresa Pultrone – Badolato (CZ); Antonio Guerrieri – Locri (RC); Elisabetta Falanga – Cosenza; Anthony Greco – Messina; Vincenzo Larocca – Badolato (CZ); Rosa Leto – Badolato (CZ); Italo Romano – Cosenza; Mariano Di Palma – Napoli; Nicola Tanno – Campobasso; Antonio Nistico – Badolato (CZ); Elisabetta De Narda – Isca sullo Ionio (CZ); Marco Vercillo – Corigliano Calabro (CS); Nicola Criniti – Badolato (CZ); Michele Dapice – Malta; Vincenzo Epifani – Badolato (CZ); Maria Camigliano- Badolato (CZ); Fraietta Mariangela – Badolato (CZ); Stefano Carnuccio – Catanzaro; Gregorio Brancia – Badolato (CZ); Flavia Randazzo – Badolato (CZ); Antonio Cerra – Lamezia Terme (CZ); Giovanni Peta – Spezzano Sila (CS); Ivan Toscano – Rende (CS); Federico Arcuri – Lamezia Terme (CZ); Graziano Riccio – Roma; Pasquale Carella – Badolato (CZ); Gregorio Fera – Amaroni (CZ); Maria Viscomi – Petrizzi (CZ); Fedele Berardelli – San Mango d’Aquino (CZ); Andrea Cecil Procopio – Badolato (CZ); Omar Minniti – Budapest; Danilo De Salazar – Marcellinara (CZ); Catherine Rosinski – Badolato (CZ); Pino Fabiano – Cotronei (KR); Pasquale Andreacchio – Badolato (CZ); Francesco Gallelli; Domenico Gattuso – Reggio Calabria; Diego Festa – Reggio Calabria; Rosario Pirrotta – Calabria; Teresa Pirrotta – Reggio Calabria; Lucia Cara – Reggio Calabria; Enrico Guarna – Badolato (CZ); Andrea Arturi – Cosenza; Alessandra Luberto – Cosenza; Giuseppe Gallelli: Rosella Cerra – Lamezia Terme (CZ); Anna Guido – Badolato (CZ); Carlo Iannuzzi – Roccella Jonica (RC); Giuseppe Di Pietro – Reggio Calabria; Veronica Malerba – Milano; Angela Chiara Costantino – Reggio Calabria; Franco Muià – Badolato (CZ); Elvira Riccio – Rovito (CS); Dario Stelitano – Reggio Calabria; Adriano Procopio – Badolato (CZ); Cosimo Coscia – Torino; Pepè Argirò – Badolato (CZ); Simone Musmeci – Soverato (CZ); Francesco Serianni – Lamezia Terme (CZ); Alessandra Cannizzaro – Bologna; Ulderico Nisticò – Soverato (CZ); Emanuele Ritacco – Corigliano Calabro (CS); Caterina Caporale – Badolato (CZ); Donato Paparo – Badolato (CZ); Andrea Lentini – Badolato (CZ); Agazio Silvio Audino – Badolato (CZ); Imma Lazzaro – Roma; Francesco Cossari – Badolato (CZ); Luna Loiero – Davoli (CZ); Francesco Napoli – Reggio Calabria; Celeste Napolitano – Cosenza; Massimo Bernardi; Antonio Pultrone; Pietro Nicola Gregorace – Guardavalle (CZ); Concetta Goldone – Cosenza; Gioconda Chiarella – Catanzaro; Bruno Francesco Umbro – Polia (VV); Ivan Cuscunà; Antonio Scuteri – Soverato (CZ); Giuseppe Carnuccio; Massimiliano Biafora – Cosenza; Alessandro De Padova – Serra San Bruno (VV); Monia Barbieri – Caraffa (CZ); Mattia Gallo – Cosenza; Letizia Sculli – Bruzzano Zeffirio (RC); Angelo Calzone – Vibo Valentia; Assunta Fiorentino (ass.sociale consultorio Badolato); Franco Germanò – Reggio Calabria; Giorgio Cremaschi; Bruno Carmine – Mongrassano (CS); Domenico Trapasso – Badolato (CZ); Teresa Colubriale – Santa Caterina dello Ionio (CZ); Giuseppe Parisi – Santa Caterina dello Ionio (CZ); Clara Giannuzzi – Genova; Vanessa Nisticó – Firenze; Saverio Bianco – Bianchi (CS); Rosa Ottaviano – Soverato (CZ); Rita Elena Nisticò – Milano; Mattia Maruca – Serrastretta (CZ); Carlo Cuccomarino – Cosenza; Filomena Motta – Cosenza; Enrica Menniti; Ivan Lentini; Bruno Pittello – Cerro Maggiore (MI); Carla Nicastro – Cleto (CS); Fausto Gallucci – Heeze (Olanda); Francesca Viscone – Filadelfia (VV); Giusy Trapuzzano – Gizzeria (CZ); Annina Menniti Viscone – Badolato (CZ); Francesca Cunsolo – Badolato (CZ); Alessio Cristiano – Bianchi (CS); Domenico Rotiroti – Roma; Fabio Guarna – Soverato (CZ); Natascia Gualtieri – Rossano (CS); Tonino Pentimalli – Villa San Giovanni (RC); Pietro Cossari – Palmi (RC); Dante Prato – Crotone; Giuseppe Codispoti – Castellammare di Stabia (NA); Alessandra Maria Musacchio – Montalto Uffugo (CS); Yvonne Piersante – Cosenza; Roberto Galati – Soverato (CZ); Tino Marino – Corigliano Calabro (CS); Marco Caputo – Cosenza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: