Mestre-Venezia. Sciopero nei servizi esternalizzati delle biblioteche comunali

Volantino sindacatoaltracosa Veneto

Volantino distribuito sabato 16 maggio allo sciopero delle lavoratrici e dei lavoratori dei servizi in appalto delle biblioteche e degli archivi del Comune di Venezia. A causa dei tagli imposti dal Commissario straordinario Zappalorto la gara di appalto non verrà rinnovata e dal 30 giugno per 18 lavoratori e lavoratrici ci sarà il licenziamento per cessazione di appalto.

BLOCCHIAMO I LICENZIAMENTI E LE ESTERNALIZZAZIONI!

Organizziamo lo sciopero contro i tagli imposti dai commissari del Comune!

Unifichiamo tutte le vertenze in campo, dai lavoratori e le lavoratrici dei servizi in appalto delle biblioteche del Comune a quelli della Fincantieri!

I tagli di bilancio imposti dal Commissario del Comune con il conseguente rifiuto di rinnovare la gara per l’appalto dei servizi nelle biblioteche e nell’archivio del Comune sta determinando il licenziamento didiciotto lavoratrici e lavoratori da parte delle cooperative Coopculture e Socioculturale. Oltre al drammatico problema occupazionale i tagli ai servizi culturali, legati alla svendita e al processo di privatizzazione del patrimonio storico artistico contribuiscono alla degenerazione e all’impoverimento del tessuto culturale e sociale della città. A questo si aggiungono tagli ai servizi sociali e sanitari (assistenza domiciliare, asili nido, operatori di strada, operatori del Progetto Senza fissa dimora) che incidono in modo profondamente negativo sulle condizioni delle masse popolari e sulla fruibilità dei diversi servizi.

Di fronte a tutto questo bisogna mettere in campo un piano di mobilitazione che leghi le vertenze locali alla generale lotta contro il governo e i suoi decreti. Ogni vertenza deve essere parte della lotta che abbia come obiettivo il ritiro di tutte le misure governative, dal Jobs Act al disegno di legge sulla Buona scuola.

Serve una direzione conseguente del movimento dei lavoratori e delle lavoratrici. Serve una CGIL che ponga la centralità del conflitto su cui organizzare i lavoratori, che riprenda la mobilitazione abbandonata dopo lo sciopero del 12 dicembre, che metta in campo in ogni contrattazione il respingimento del Jobs Act.

La strada fallimentare degli scioperi separati per categorie e per comparti portata avanti negli ultimi anni deve essere superata; la CGIL deve porsi l’obiettivo di lanciare una mobilitazione generale e continuativa attraverso il coordinamento dei lavoratori e delle lavoratrici di tutte le categorie colpite dalla crisi e dalle imposizioni del governo.

·        Sciopero di tutti i comparti del Comune per il blocco immediato dei licenziamenti.
·        Difesa di tutti i servizi sociali sanitari e culturali a rischio di tagli e di chiusura, con la rivendicazione dell’azzeramento delle esternalizzazioni e il ritorno alla gestione pubblica dei servizi, con la garanzia dell’assunzione diretta di tutte le lavoratrici e i lavoratori.
·        Organizzazione di coordinamenti di RSU per unificare i lavoratori e le lavoratrici  dei diversi comparti.
·        Costruzione di comitati di lotta che includano lavoratori e lavoratrici delle diverse sigle sindacali.
·        Blocco dei licenziamenti, riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario.
·        Occupazione e nazionalizzazione senza indennizzo delle fabbriche che licenziano che inquinano e che non rispettano i diritti sindacali.
·      Costruzione di assemblee di delegati/e eletti/e nei posti di lavoro con il compito di unificazione di tutte le vertenze e tutti i lavoratori – lavoratori  e lavoratrici del Comune, delle cooperative e degli appalti, della scuola, del commercio e della grande distribuzione, della Fincantieri e delle fabbriche di Marghera – per mettere in campo una piattaforma di mobilitazione generale nella prospettiva dello sciopero generale contro il governo Renzi.

sindacatoaltracosa.veneto@yahoo.it      http://www.sindacatoaltracosa.org

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: