Italtel: Fiom taglia salari

Nota di Sergio Bellavita

A dimostrazione del fatto che manca clamorosamente una politica contrattuale adeguata a reggere l’offensiva padronale su salari e diritti arriva l’accordo Italtel che accetta, anche con la firma della Fiom, la riduzione dei salari attraverso il blocco, formalmente provvisorio ma sappiamo bene quanto in Italia le cose sperimentali e provvisorie siano definitive, di parte della contrattazione aziendale. Il voto dei lavoratori e delle lavoratrici sull’intesa è ovviamente favorevole. Non si possono avere dubbi sul fatto che in questa fase di crisi, davanti alla prospettiva del  licenziamento e a sindacati che accettano che le aziende recuperino risorse dai salari i lavoratori approvino le intese, non hanno alcuna alternativa. Un accordo pienamente nel segno della contrattazione di restituzione che ormai, nel silenzio ufficiale, rischia di divenire la regola anche in Fiom. Ci chiediamo come si possa anche solo immaginare di costruire un’argine al Jobs Act nei luoghi di lavoro di fronte ad una pratica contrattuale che contribuisce, ogni giorno di più, al peggioramento delle condizioni di vita e di lavoro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: