FLC – Ordine del giorno

ODG presentato dai compagni e dalle compagne del Sindacatoaltracosa

ODG SULLE PROSSIME INIZIATIVE – CD DELLA FLC, 20 E 21 NOVEMBRE 2014

Sabato 8 novembre decine di migliaia di lavoratrici e lavoratori del pubblico impiego, a tempo indeterminato e precari, hanno manifestato a Roma: impiegati, infermieri, dottori, insegnanti, ausiliari, ricercatori, pompieri, educatori, assistenti sociali e sanitarie, amministrativi e tecnici, hanno composto un lungo corteo, chiamati dalle diverse organizzazioni e categorie di CGIL, CISL e UIL. Una manifestazione che in tantissimi striscioni, slogan e dichiarazioni, in tutti gli interventi dal palco di delegati e delegate, ha chiesto trasversalmente e a gran voce l’indizione di uno sciopero generale contro il governo, per il contratto di lavoro ma anche contro la “riforma Madia” del Pubblico impiego e contro la “buona scuola” di Renzi. Cioè contro le scelte e le politiche che hanno caratterizzato questo governo nei confronti del mondo del lavoro.

Una manifestazione in cui è però emersa anche una certa difficoltà dei lavoratori e delle lavoratrici a partecipare, come in queste settimane a firmare le petizioni per il rinnovo del contratto. Aggrediti quasi quotidianamente dal governo, colpiti dalla lunghissima crisi (dal blocco dei salari, dall’aumento di tasse e tariffe, dalla disoccupazione e dall’intensificazione del lavoro), sbandati da un panorama politico nel quale si confondono i diversi interessi di classe (chiamati ad amalgamarsi nel “partito della nazione”, nel “popolo della rete” o nella “Lega dei popoli” ), i lavoratori e le lavoratrici tendono a mobilitarsi solo su battaglie chiare, in cui è evidente l’intenzione di combatterle sino in fondo e non semplicemente di rappresentarle sui massi media o sul palcoscenico del dibattito politico, per definire pesi ed influenze delle diverse aree politiche e sociali.

Per questo riteniamo importante che la mobilitazione avviata dalla CGIL con il corteo del 25 ottobre prosegua, e prosegua sino in fondo. Serve una risposta complessiva e determinata ad un attacco complessivo del governo al mondo del lavoro, volto al controllo dell’organizzazione del lavoro (art. 18, videosorveglianza, demansionamento), alla riduzione dei salari ed allo smantellamento dei contratti nazionali, alla privatizzazione della scuola. Per questo consideriamo importante che la CGIL sia finalmente arrivata a indire uno sciopero generale di 8 ore, anche se tardivo, e nonostante tutto confermi questa iniziativa per il prossimo 12 dicembre. Riteniamo che questo sciopero sia oggettivamente contrapposto e alternativo a quello del pubblico impiego indetto dalla CISL per il primo dicembre. Uno sciopero, quest’ultimo, che si propone di interloquire con il governo, di contrattare e scambiare singoli elementi in cambio della spaccatura del fronte sindacale. Per questo sarà fondamentale impegnare tutta la FLC per la riuscita dello sciopero generale del 12 dicembre, contro il governo Renzi e le sue politiche. Contro un governo che si pone esplicitamente l’obbiettivo di abbattere il sindacato e comprimere i diritti di lavoratori e lavoratrici, dobbiamo sviluppare una battaglia altrettanto complessiva, che si ponga l’obbiettivo della caduta di questo governo. Per questo riteniamo che sia necessario impegnarsi da subito a promuovere un piano di lotta complessivo con lo scopo di mobilitare e coordinare tutti i settori: perché è necessario inserire lo sciopero generale del 12 dicembre in uno stato di agitazione permanente, unificando le tante vertenze e lotte a difesa dell’occupazione e promuovendo anche vertenze locali che sappiano relazionarsi con il territorio, con gli studenti, i disoccupati, i lavoratori precari e quelli delle piccole aziende.

La FLC ha assunto nel corso dello scorso mese di settembre una valutazione articolata del “Piano Scuola”. Conseguentemente a questa analisi, la FLC ha deciso di partecipare alla consultazione del governo e si è sino ad oggi dilazionata la proclamazione di qualunque sciopero della scuola. Di fronte alla chiusura di una consultazione farsa sul suo progetto di controriforma (sia quella telematica, sia quella con i tour nei territori di dirigenti e esponenti del MIUR), di fronte alle dichiarazioni palermitane della Giannini sulla necessità di prevedere i licenziamenti dei docenti, di fronte all’annunciata intenzione del governo di proseguire e approfondire il suo progetto dopo il 15 novembre, di fronte alle centinaia e migliaia di documenti e prese di posizione di assemblee e collegi docenti, è oggi necessario annunciare esplicitamente che si respinge questa proposta organica, che comporta la destrutturazione definitiva del sistema scolastico, una degradazione del sistema contrattuale di lavoro, un controllo stringente della professione docente, un’ulteriore privatizzazione della scuola pubblica.

Una battaglia che dovrà necessariamente proseguire dopo lo sciopero del 12 dicembre, all’interno dello stato di agitazione e della lotta generale condotta dalla CGIL contro il governo Renzi. Stimolando e sostenendo tutte le iniziative che si sviluppano in opposizione al progetto del governo,  il Cd della FLC decide di convocare per i primi mesi del 2015 assemblee territoriali delle RSU, al fine di costruire coordinamenti territoriali dei delegati e delle delegati ed un assemblea nazionale delle RSU, per definire una piattaforma ed una proposta alternativa al piano scuola, riprendendo le proposte della legge di iniziativa popolare sulla scuola pubblica. Un assemblea nazionale di RSU della scuola e di tutti i settori della conoscenza, che coinvolga organizzazioni e comitati degli studenti e delle famiglie, perla costruzione di un movimento generale in difesa di una scuola pubblica e di massa.

Ilsindacatoèunaltracosa Opposizione-CGIL

nella FLC (Federazione Lavoratori della Conoscenza – CGIL)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: