Solidarietà a Andrea Antonioli

Il documento congressuale “Il sindacato è un’altra cosa” esprime la propria solidarietà al compagno Andrea Antonioli per il grave ed assurdo provvedimento assunto nei suoi confronti dalla Cgil della provincia di Lucca che lo ha sospeso per un anno dal direttivo provinciale della Cgil e della categoria e ne chiede l’immediato annullamento.

L’ “accusa” è di essere stato indisciplinato durante lo svolgimento delle assemblee congressuali (?!).

Questa decisione mostra chiaramente un atteggiamento di debolezza da parte del gruppo dirigente che risponde con provvedimenti disciplinari (ridicoli ed infantili) al profondo dissenso ed alla critica che attraversa l’intero sindacato.

Da un gruppo dirigente nazionale e di periferia che ha fatto di tutto per oscurare il nostro documento congressuale e manipolare, per non dire falsificare, le votazioni assembleari nei congressi di base cosa potremmo aspettarci?

Come, cosa potremmo aspettarci, da chi ha impedito al presidente onorario dell’Associazione “Il mondo che vorrei”, Marco Piagentini, di partecipare e di intervenire al Congresso nazionale della Cgil tenuto a Rimini il 6-7-8 maggio avendo avanzato la richiesta il 28 aprile …?

O il sindacato è un’altra cosa seriamente e concretamente su questioni dirimenti come democrazia, autonomia, indipendenza, o i tempi che attendono lavoratori e lavoratrici saranno ancora più bui di quanto lo siano già oggi.

 

15 maggio 2014 “Il sindacato è un’altra cosa”

– opposizione in Cgil

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: